Share Button

Budelli2Salvare Budelli e farne l’isola dei ragazzi, aperta a tutti, mantenendola patrimonio pubblico: ecco l’idea, costruttiva e bella, degli scolari della II B della scuola secondaria di primo grado di Mosso, nel Biellese. Se lo Stato non può investire sull’isola Rosa e il proprietario neozelandese la vuole vendere, che i soldi li mettano gli studenti, dicono i ragazzi con il sostegno dei loro professori. Prima che qualche speculatore ci metta le mani, hanno fatto i conti: per raggiungere la quota di 3 milioni di euro necessari per vincere la prossima asta, evitando che Budelli finisca nelle mani di un privato, sono sufficienti 50 centesimi a testa se contribuiscono tutti gli studenti d’Italia. Hanno progettato la campagna, che ora è su Facebook.