Share Button
asolo

© Maximun ph

Si parlerà di luoghi e di persone, i “viaggiatori” appunto, ad Asolo dal 29 settembre al 1° ottobre, dove, per il terzo anno consecutive, si svolgerà il Festival del Viaggiatore.

Non è casuale la scelta della location: il borgo ha nel suo DNA il viaggio, è stato scelto come buen retiro da molti viaggiatori, da Robert Browning a Freya Stark e altri ancora e molti viaggi sono iniziati o vi hanno fatto tappa.

Sono tanti gli elementi che oggi nel borgo raccontano di altrove, dal microclima che favorisce il proliferare di capperi sulle mura del Castello di Caterina Cornaro (regina di Cipro in esilio) e limoni nelle barchesse delle ville venete, alle piante esotiche nate dai semi portati da Freya Stark di ritorno dai suoi viaggi nel giardino della propria casa (Villa Freya), ai nomi delle dimore, come la Villa degli Armeni, alla piccola e radicata comunità inglese.

Il Festival valorizza questa vocazione secolare di “cenacolo”: quest’anno stando ad Asolo e accogliendo nuovi viaggiatori si potrà giungere fino in Inghilterra, in Francia e in Germania, ma anche a Lampedusa e ad Aleppo.

All’interno dei cinque “itinerari di viaggio” individuati – viaggio nella resilienza, viaggio nella parola, viaggio nella bellezza, viaggio nel talento e viaggio nella letteratura – troveranno spazio e ascolto una trentina tra intellettuali, giornalisti, scrittori, poeti, registi, cantanti, manager, esponenti della cultura italiana all’estero, fotoreporter e youtuber, che interverranno raccontando “il viaggio della loro vita” e svelando aspetti di sé meno o per nulla conosciuti.

asolo

© Maximun ph

Tra i viaggiatori della terza edizione ci saranno Nicoletta Mantovani Pavarotti, il regista Gianni Amelio, la scrittrice Michela Monferrini, gli youtuber Ritals, un coro di donne di Aleppo e molti altri. 

Il Festival si sviluppa come un evento diffuso nel centro storico asolano: giardini, sale e barchesse di palazzi e ville del centro storico medioevale affacciato sulla pianura veneta, aprono le porte ai viaggiatori e ai loro “viaggi” accogliendo in scorci inediti cammini reali e strade dell’anima. 

Il Festival si concluderà con l’assegnazione del Premio Un libro per il cinema – Segafredo Zanetti, che individua opere letterarie potenzialmente idonee a diventare film.

L’evento è patrocinato da Regione Veneto, Comune di Asolo, IPA Terre di Asolo e del Grappa, Ordine dei Giornalisti del Veneto, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura e sostenuto da Segafredo Zanetti Spa.

festivaldelviaggiatore.com