Share Button

foto ufficio stampa Laura Fusca

Parte oggi  30 giugno fino al 7 luglio 2017 la nona edizione del Simposio d’Arte Contemporanea Internazionale di Scampia promosso da Occhi Aperti società cooperativa sociale ONLUS: sette giorni di incontro, contaminazione e scambio tra artisti provenienti da diversi Paesi del mondo e il quartiere. Nato nel 2009, il Simposio d’Arte Contemporanea Internazionale di Scampia, a partire dalla concezione Dostoevskijana che la bellezza salverà il mondo, negli anni ha fatto di Scampia un ponte artistico tra Napoli, l’Europa e il mondo. Da Scampia sono passati, e a volte tornati, artisti e artiste provenienti da paesi europei (Austria, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Romania, Spagna), dall’Oriente (Cina e India), dall’Africa (Senegal), dall’America (Brasile).

La nona edizione, curata da Fabio Cito con il gruppo di ragazzi Nophoto, dal titolo AmMare Scampia, affronta il tema della scelta, individuale e collettiva, la ricerca di un punto di emersione dalla tensione permanente tra l’accettazione dell’abisso come spazio abitabile e la volontà di cambiamento come cura, impegno, dedizione e azione creativa. Per una settimana, dal 30 giugno al 7 luglio, pittori, scultori, fotografi, poeti, trasformeranno Scampia in un laboratorio d’arte, offrendo ai cittadini la possibilità di assistere e partecipare alla realizzazione dei loro lavori in itinere. In contemporanea al programma di incontri aperti al pubblico e grazie alla collaborazione di alcune organizzazioni da anni impegnate per la riqualificazione del quartiere, oltre 100 persone tra bambini, adolescenti e donne del quartiere saranno coinvolti in laboratori creativi in cui danza, pittura e fotografia diventano relazione.

Gli artisti che animano la nona edizione del Simposio d’Arte Contemporanea Internazionale di Scampia sono: i pittori spagnoli Cesar Reglero, Isabel Jover, Miriam Mercader, lo scultore ceramista napoletano Sergio Scogliamiglio, il muralista napoletano Gianluca Raro, il pittore e scultore senegalese Mor Talla Seck, la danzatrice napoletana Marie-Thérèse Sitzia, il fotografo napoletano Stefano Cardone. Come da tradizione consolidata del Simposio alcuni degli artisti presenti a Scampia in questi giorni lavoreranno su opere che saranno consegnate al quartiere, diventando installazioni permanenti: quest’anno il compito è affidato allo scultore ceramista napoletano Sergio Scogliamiglio e al muralista napoletano Gianluca Raro.

foto ufficio stampa Laura Fusca

Il programma degli incontri aperti alla cittadinanza, a ingresso libero, inaugura oggi  30 giugno 2017, alle ore 18,30, presso la Casarcobaleno, via Ghisleri Lotto R, con AmMare Scampia e la presentazione degli artisti internazionali che animano l’edizione 2017: i pittori spagnoli Cesar Reglero, Isabel Jover, Miriam Mercader, lo scultore ceramista napoletano Sergio Scogliamiglio, il muralista napoletano Gianluca Raro, il pittore e scultore senegalese Mor Talla Seck, la danzatrice napoletana Marie-Thérèse Sitzia, il fotografo napoletano Stefano Cardone.

 

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Info: occhiaperti.onlus@gmail.com | tel. + 39 328 189 27 70 – + 39 347 3364487