Share Button

castagna giovane/Press Office Castiglioni

Escursioni, degustazioni, esposizioni, passeggiate nella natura, visite d’arte, pranzi e cene a tema nelle tipiche cantine di tufo per condividere il frutto DOP del valleranese: la Castagna. Dal 7 ottobre il borgo medievale della Tuscia viterbese, la cui tradizione culturale e gastronomica è sempre più viva grazie alle molteplici manifestazioni che si rincorrono durante l’anno, è pronto ad aprire le porte a quattro fine settimana dedicati al palato.

La sedicesima edizione della Festa della castagna di Vallerano, che avrà inizio da sabato 7 ottobre, prevede anche quest’anno un ricco calendario di proposte: oltre alle degustazioni in piazza e ai menu a tema nelle caratteristiche taverne del paese (consigliata la prenotazione), cortei storici, spettacoli per bambini e intrattenimenti musicali si alterneranno a visite guidate nel centro storico, a camminate per i castagneti secolari e a laboratori di artigianato. Curiosa novità l’esposizione dei rapaci – gli stessi gufi, civette e barbagianni che fanno parte di racconti e favole autoctone – che consentiranno ai bambini, con l’ausilio di esperti falconieri, una visione molto ravvicinata.

In piazza della Repubblica – dove sarà allestito anche un centro infoline per i visitatori – tornerà il gigantesco calderone da cui sarà possibile gustare le caldarroste appena pronte e fare acquisti nelle bancarelle ricche di prodotti di ogni tipo a base di castagna. Imperdibile, come ogni anno, la guida con le ricette suggerite, pubblicata dall’Associazione Amici della Castagna di Vallerano e distribuita gratuitamente a tutti i convenuti.

info: castagnavallarano