Share Button

Cover_111_MilanoE’ stato un lungo lavoro, ma Giulia Castelli Gattinara, socia Neos, ce l’ha fatta a trovare ben 111 Luoghi di Milano che devi proprio scoprire. Luoghi che spesso nemmeno i milanesi conoscono. La sua non è una guida tradizionale, ma una raccolta di sorprendenti racconti e particolari della Milano nascosta. Un po’ di tradizioni, un po’ di curiosità, un po’ di leggende, un po’ di cultura e tanti indirizzi. È un libro che si fa leggere tutto d’un fiato perché è come una caccia al tesoro ricca di spunti e di eccellenze, con tanti particolari e consigli per vivere da dentro la città anche dopo la fine dell’Expo. E’ l’altra faccia di una Milano che corre, ambiziosa, creativa e modaiola, che lavora, ma poi trova il tempo di ritrovarsi in cascina per una vita slow all’insegna della solidarietà. Lo sapevate che c’è un palazzo liberty che ha un citofono in bronzo a forma d’orecchio, opera di Wildt? Oppure che oltre ai grandi magazzini ci sono ancora negozietti d’antan? Gioielli nascosti come la casa di Marinetti o, sempre in tema di futurismo, la raccolta di Galleria Campari a Sesto San Giovanni, il bosco verticale di Stefano Boeri, opere d’arte contemporanea, grattacieli che ridisegnano lo skyline della città e così via, fino ad arrivare a 111. Parole e foto che, volutamente trascurano i monumenti più conosciuti, per svelare l’altra anima di Milano, sfacciata, bizzarra e mai banale.

 111 luoghi di Milano che devi proprio scoprire, di Giulia Castelli Gattinara, editrice tedesca Emons, 240 pagine, 111 schede corredate dalle foto di Mario Verin e mappe, 14,95 euro, in italiano, tedesco e inglese. Ora anche in e-book.

047_L'isola di Frida_2077-Ticinese graffiti e poesie_TUR7168038_Galleria Campari_2085_Da Sadler_3045_HUB_206_Cattelan_2009_Bosco Verticale_2

074_Gae Aulenti_3