Per quanto siano in molti a conoscere le delizie dei maîtres chocolatiers belga, sono pochi a sapere che Visit Brussels organizza veri e propri itinerari turistici e workshop su questo dolce tema. 

Ottima quindi l’idea di presentare l’iniziativa a Milano. Nel raffinato spazio milanese di Visit Brussels in via De Castillia all’ombra del Bosco Verticale si è tenuta, mercoledì 31, una “lezione di praline” per la stampa. Una scelta non casuale  quella della pralina, una mandorla o una nocciola ricoperta di cioccolato, dato che il suo inventore,  nel 1912, è stato  il belga Jean Neuhaus nella sua bottega sotto gli archi delle Galeries Royales Saint-Hubert di Bruxelles. Ora gli eredi ne propongono ben sessanta tipi diversi. 

Intorno al tavolo una dozzina di giornalisti, con cappello e grembiule “tattico”, guidati dalla bravissima Giulia, colonna portante della Cioccolateria Charlotte Dusart di Via Eustachi a Milano, si sono impegnati a  compiere le fasi salienti della preparazione della pralina. Dal riempimento delle mezze noci con cioccolata liquida fondente prima e al latte dopo, fino alla fase più “acrobatica”  dell’intingimento nella cioccolata e la successiva applicazione di semi vari, cocco, pistacchi. 

Gran finale con l’inserimento delle praline nei “ballotin”,  scatole di cartone inventate anch’esse da Neuhaus, con scomparti per posizionare le praline una sopra l’altra senza schiacciarle. Un’esperienza da fabbrica del cioccolato davvero entusiasmante, dove mancava solo Johnny Depp. Perfetta per invogliare a un itinerario nelle cioccolaterie più famose di Bruxelles, tutte posizionate intorno alla Grand Place e nelle zone più centrali della città. 

Ma il giorno dopo, nello spazio  dalle grandi vetrate sulla strada della Brussels House, la pasticceria è scomparsa e  sui muri negli scaffali e sui vari mobili  sono ritornate tutte le proposte di design, cosmetica e tanto altro  del Belgio, oltre ovviamente i simbolici Manneken Pis e gli emblematici Puffi.  Prossimamente, durante la Fashion Week,  la Brussels House accoglierà la collezione di abbigliamento e accessori in fibra di bambù di ThisIsNoDisco.

.