Essersi illusi di conoscere un territorio e invece saperne ben poco. Questo succede anche solo sfogliando le prime pagine di Atlante dei sentieri di campagna Liguria/Riviera di Levante, escursioni e passeggiate di Albano Marcarini, appena uscito da Ediciclo editore.

I luoghi conosciuti e sul mare, sono solo punti di partenza o da vedere dall’alto. La vera protagonista è la campagna. Come spiega nella brillante presentazione Marcarini, urbanista milanese autore anche delle foto, degli acquarelli e delle mappe, la Liguria con le sue fasce,  i terrazzamenti strappati alla montagna per le coltivazioni, risponde in pieno alla definizione di campagna del vocabolario “terreno fuori dal centro con un’economia essenzialmente agricola”. 

Ventisette sono gli itinerari , ma molte di più sono le curiosità da scoprire. Di ogni genere. Dai ricordi di personaggi. Uno di questi Freud, con un divertente aneddoto sul nome Nervi.  Dai laghi a sorpresa a un castello talmente compenetrato nell’ambiente da diventare irriconoscibile. Dai mulini con la ruota di ferro ai vari ponti di pietra, agli affreschi, gli ex voto, i crocefissi nelle numerose chiese.

Per ogni sentiero c’è un taccuino di viaggio con indicazioni di come raggiungerlo, della lunghezza, del periodo più adatto per percorrerlo e dei tempi di percorrenza, dove mangiare e l’ufficio turistico della zona. Una lettura che prende davvero, oltre a illuminare nei dettagli, che può fornire solo chi, come Marcarini,  ama viaggiare a piedi e in bicicletta. “La storia della Liguria è per gran parte segreta, ha scritto il critico letterario Carlo Bo. Ebbene non c’è di meglio che la sagacia e l’entusiasmo di un camminatore per svelare questi segreti, passo dopo passo” .

Albano Marcarini

Atlante dei sentieri di campagna. Liguria/Riviera di Levante

Ediciclo Editore

156 pagine

 

22 euro