giglio bagnara
Da sinistra: Enrico Montolivo, Tiziana Lazzari, Marco Bucci, Pietro Tarallo

Il 23 ottobre scorso si è svolta al Lux, Concept Store dedicato alla moda in via XX Settembre 258r a Genova, una serata speciale per festeggiare i 149 anni di Giglio Bagnara. Un record di longevità di una delle aziende più note nel settore della grande distribuzione e della moda, che ha fatto la storia della città e in particolare di Sestri Ponente dove è nata nel 1869.

All’ospite d’onore, il Sindaco Marco Bucci, è stato assegnato il XII Premio Giglio Bagnara, istituito nel 2007, che nelle passate edizioni è stato conferito a esponenti della cultura e del mondo del lavoro particolarmente vicini a Giglio Bagnara, quali il Dott. Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri, Vincenzo Spera, il Professor Giuseppe Pericu, Gino Paoli e tanti altri.

Con questo premio 2018, Giglio Bagnara ha reso omaggio al primo cittadino impegnato ad affrontare nuove sfide nodali per lo sviluppo di Genova e come riconoscimento per la sua continua dedizione nella gestione della ricostruzione del ponte Morandi.

Il Premio Giglio Bagnara 2018 è stato assegnato anche al giornalista e scrittore Pietro Tarallo, presidente della nostra associazione NEOS, che durante la serata ha presentato agli ospiti il libro NEOS, un viaggio lungo 20 anni con foto e reportage dei soci che illustrano la bellezza del mondo. Con particolare attenzione a quei paesi dove i liguri e i genovesi sono di casa e dove hanno dato un contributo al loro sviluppo: dall’Argentina al Cile, dall’Australia agli Stati Uniti, dal Giappone al Perù.

Tante le personalità del mondo del lavoro, della cultura e della politica genovese che hanno partecipato alla serata. Insieme al Sindaco Marco Bucci, hanno festeggiato con Enrico Montolivo, Amministratore Delegato di Giglio Bagnara, l’ex Sindaco Romano Merlo, il Presidente del Gaslini Pietro Pongiglione, il Presidente della Fiera di Genova Giorgio Mosci, Mario Margini già vice-sindaco e patrocinatore della prima edizione del premio Giglio Bagnara, il segretario provinciale del PD Alberto Pandolfo, Bruno Verrina presidente del Rotary Club, Claudio Pozzani presidente del festival della poesia,  lo scrittore olandese Ilja Pfeiffer, Roberto Pani vicepresidente del Teatro Carlo Felice,  Tiziana Lazzari vicepresidente di Palazzo Ducale, il Professor Enrico Musso, il Consigliere Comunale Paolo Repetto, due pianisti jazz fra i più famosi al mondo, Andrea Pozza e Dado Moroni, la Direttrice del Teatro Politeama Savina Scerni, la Direttrice del Teatro Cargo Gabriella Palma, la Direttrice del Museo Edoardo Chiossone Aurora Canepari, Massimiliano Monti e Paolo Lingua di Telenord con tutto lo staff al completo, il pittore Odo Tinteri, il Console Onorario della Finlandia Axel Boesgaard, lo chef stellato Ivano Ricchebono, Giacomo Lertora del Centro studi Logos di Lotta Comunista, il fotografo Timothy Costa, Mariella Cerofolini figlia di Fulvio, il sindaco più amato, che a sua volta amava molto la Giglio Bagnara e moltissimi altri ospiti hanno dimostrato il loro supporto alla storica azienda genovese, brindando con vini nostrani della Valpolcevera offerti dall’Enoteca Squillari, vini argentini e giapponesi offerti da Federico Bruera di Via Dell’Abbondanza, accompagnati da specialità liguri per eccellenza quali i finger food con acciughe fritte di Tabatu’ e le splendide varianti di focaccia proposte da Cooking & Lounge Fokaccia 100%.

Il duo giapponese Omnine, composto da Hiroko e Gaku, si è esibito in una live performance di musica synth pop del Sol Levante, un omaggio a Genova, sede del museo Edoardo Chiossone, il più importante Museo d’Arte Orientale e Giapponese in Italia.

https://m.facebook.com/lux.gigliobagnara/

https://m.facebook.com/GiglioBagnara/

 

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)

Vai alla barra degli strumenti