E’ uscito un altro libro della nostra socia che si firma con il nom de plume di Bea Buozzi. S’intitola L’anno dei destini incrociati e segue L’anno dei nuovi inizi e L’anno delle parole ritrovate, finalista al Premio Bancarella 2023. Più che un romanzo, anche questo è un cronoromanzo, come ci spiega l’autrice, in cui le vicende dei personaggi, che abitano nel Palazzo a Milano o fanno parte della compagnia del Macondo, si incrociano con gli avvenimenti nel mondo del 2023, raccontati mese per mese.
Quando hai cominciato a scrivere e come sei riuscita a finire il libro, dato che si riferisce ad avvenimenti di tutto l’anno?
Parto da una sinopsi per la presentazione dove faccio delle previsioni, ma in realtà il libro l’ho cominciato a marzo, quando già si erano verificati diversi avvenimenti a cui riferirmi. Gli ultimi due mesi, come rivelo ai lettori, sono fiction.
Spiegaci il titolo.
Parlo di un mondo che si legge al contrario, in cui tutto può accadere quando meno te lo aspetti. Niente è definito, tutto può cambiare.
Come costruisci i tuoi personaggi, gli stessi degli altri romanzi, con qualche new entry.
Il Macondo e il Palazzo sono due microcosmi dove ci sono persone non reali, ma con le quali mi piacerebbe convivere, sono sempre ottimisti, in questo diversi da me, vedono il bicchiere sempre mezzo pieno. Io mi identifico un po’ in tutti, perché in ognuno di loro c’è qualche dettaglio mio. Forse l’unico reale è Regina, che somiglia alla mia mamma, anche se con una vita diversissima, ma con la stessa passione per tutto quello che è british.
Il romanzo inizia con la scoperta del furto di una madonnina protettrice del Palazzo, quindi c’è una vena gialla.
No, è una commedia corale. La scomparsa della madonnina creerà una serie di drammi nel Palazzo, per l’ascensore, la caldaia ecc. e anche al Macondo.
Ci sarà un cronoromanzo 2024?
No, ho deciso di staccarmi dal Palazzo, sto già impostando un nuovo libro, un romanzo più adulto, una storia di famiglia e delle sue radici, dove si parlerà anche di intelligenza artificiale.

Redazione NEOS

Latest posts by Redazione NEOS (see all)