Un clima di rassicurante pragmatismo alla conferenza stampa della BIT 2023, a  Fieramilano  dal 12 al 14 febbraio, presente il neo-ministro  del turismo Daniela Santanché. Si è tenuta martedì, alla Fondazione Rovati di Milano, Museo d’arte, dalla etrusca alla contemporanea,  inaugurato lo scorso settembre dopo il restauro dello Studio Cucinella.

Solo una piccola premessa iniziale sulla difficile situazione creata dalla pandemia che ha colpito particolarmente il turismo, seguito da qualche dato della ripresa. Magda Antonioli, docente e vicepresidente European Travel Commission, ha parlato della tendenza a viaggi più brevi rispetto al pre-pandemia e spesso legati alla cultura, arte e archeologia in primis, ma anche a salute e benessere.

Un turismo più consapevole quindi, dove la sostenibilità ha un ruolo fondamentale, ha confermato il direttore generale di Fiera Milano Luca Palermo, in cui il digitale, sperimentato in pandemia, è un complemento interessante”. La digitalizzazione è al servizio della sostenibilità ha ribadito Valentina Superti della Commissione Unione Europea, che ha anche parlato di resilienza per essere più preparati ad affrontare l’instabilità, e dei nuovi regolamenti di Bruxelles sul turismo  e di come la Bit sia la piattaforma perfetta per il legame con l’istituzionale.

Dell’importanza della Bit e di Milano  si sono espresse Lara Magoni, assessore al turismo della Regione Lombardia, che ha anche accennato a un turismo più curioso e ricercato, e Martina Riva assessore al turismo, sport, politiche  giovanili del Comune di Milano che ha parlato di Milano come la nuova capitale sportiva,  dopo moda e design. 

Dobbiamo credere nel turismo, la politica non sempre ci ha creduto ha detto nel suo intervento finale  Santanché. Il turismo è un settore che va aiutato, l’Italia ha ben 55 siti Unesco e non sempre sono orgogliosa di come sono tenuti. Gli altri paesi sanno “vendersi” meglio.  Fare sistema , lavorare sulla comunicazione, aiutati anche dalla digitalizzazione, e curare la formazione sono le priorità,  ha concluso il ministro.  

La Neos sarà, come sempre, alla BIT con la presentazione dell’annuario, del nuovo direttivo e dei progetti per il 2023.

Redazione NEOS

Latest posts by Redazione NEOS (see all)