pandemonio
Le tre M dell’Estate 2020. Moscone, mare e mascherina © Nicoletta Fontana

“In questo “Pandemonio” è nata l’idea di raccontare la brutalità dell’epidemia che da sempre fa vacillare e dalla quale cerchiamo da sempre di proteggerci. Spesso esorcizziamo il momento con la sapiente capacità, tipica di noi umani, di creare, di immaginare, di produrre il bello. Ho deciso in tempi strettissimi e in una condizione emotiva instabile di dar corpo a questa idea”. 

Sono queste le parole di Nurye Donatoni (Conservatore responsabile dei musei dell’IVAT) che ha voluto la mostra Pandemonio – Tra vita morte e miracoli al MAIN – Maison de l’Artisanat International, a pochi chilometri da Aosta, in collaborazione con  Fabrizio Lava che ne ha curato l’allestimento.

L’esposizione racconta, attraverso patrimoni culturali, materiali e immateriali, le epidemie da diversi punti di vista. Le sculture di arte sacra, che segnalano la protezione dalle grandi epidemie del Seicento e dell’Ottocento; i documenti storici, memoria di azioni e di ripercussioni delle epidemie nelle comunità locali; le piante e i secret, frutto di ricerche sui saperi tradizionali di protezione; le sculture di arte africana, che ricordano come le epidemie possano essere un male quotidiano.

Sono in mostra anche i manufatti realizzati dagli artigiani valdostani, che hanno risposto durante la quarantena all’appello lanciato dal museo, e le opere di arte contemporanea prodotte da artisti che hanno riflettuto sul Covid-19.

E poi i reportage riprodotti in 16 grandi pannelli: con la collaborazione di Maddalena Stendardi e Pietro Tarallo, che ne hanno curato la sezione con foto e testi, le immagini di professionisti, alcuni dei quali appartengono all’associazione di giornalisti di viaggio Neos, riferiscono ciò che è accaduto durante il lockdown nel mondo, sconvolto da questa devastante pandemia.

Le parole di Nurye Donatoni: “La realizzazione di questa mostra è nata grazie al contributo di tutti i partecipanti, che ringraziamo sentitamente. Idee, suggestioni, contatti si sono concretizzati in tempi rapidi e mi ricordano come l’empatia e la vicinanza d’intenti possano “fare miracoli”.

MAIN – Maison de l’Artisanat International

Gignod, Fraz. Caravex 2 AO

Tel. +39 0165 56108

Progetto MAIN – Maison del l’Artisanat International con la collaborazione di NEOS, il Tucano Viaggi Ricerca, Comune di Gignod

Orario: dalla 13 alle 19 – Chiuso il lunedì

Ingresso libero

lartisana.vda.it

main@l’artisana.vda.it

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)

Vai alla barra degli strumenti