CEDIDA POR CIDADE DA CULTURA DE GALICIA / TURGALICIA   foto Manuel G. Vicente

Se quello che offre la Galizia non è una motivazione sufficiente per sceglierla come meta di viaggio, lo è senz’altro lo Xacobeo un programma di feste, eventi, attività culturali per celebrare l’Anno Santo, iniziato il 25 luglio (giorno dedicato all’apostolo Giacomo, Santiago in spagnolo) fino al 25 luglio del 2022. L’ha raccontato, in una serata nelle sale della Fondazione Feltrinelli di Milano, Nava Castro Dominguez, direttrice del Turismo della Regione Galizia. Quello che tutti conoscono di questa parte della Spagna è il Cammino di Santiago, forse uno dei più noti del mondo. Tanto è vero che, come ha sottolineato la direttrice, la ripresa del turismo è iniziata da lì. Dall’apertura post-Covid si sono già registrati 140 mila pellegrini, un numero insperato e superiore anche a quello del prima pandemia. A parte l’indubbia attrattiva dei cammini, ormai da anni nei viaggi di tendenza, la Galizia è una terra che offre moltissimo e non conosciuta come lo meriterebbe. In primis la straordinaria varietà di paesaggio. Si passa da alte montagne e valli con cascate e boschi a una costa variegata, dove si affacciano villaggi con porticcioli e rocce a picco. Tra l’altro gli estuari dei vari fiumi creano insenature con spiagge ideali per gli sport acquatici. Per chi preferisce il relax, varie sono le terme, scoperte dai Romani. E poi naturalmente ci sono le bellezze costruite dall’uomo. Dai dolmen preistorici ai borghi antichi, ai castelli, alle ville con splendidi giardini, alle chiese. La più famosa è la Cattedrale di Santiago di Compostela. Com’ è stato ricordato ieri sera, questo straordinario duomo non è l’unica caratteristica in comune con Milano. Entrambe le città hanno avuto due importanti abitanti: Leonardo da Vinci e Giuseppe Verdi. Ma ci sono anche Le Galerias a La Coruna, splendido esempio di architettura di fine 1800 e la Cidade da Cultura a Santiago degli anni Duemila, su progetto dell’architetto americano Peter Eisenman. La serata è stata piacevolmente accompagnata dagli assaggi dell’eccezionale cucina dello chef stellato Pepe Solla, del ristorante Casa Solla Poio a Pontevedra, città costruita nella pietra come Santiago.

Oca
Praia das Catedrais-Ribadeo
A Coruña-Galerías

Redazione NEOS

Latest posts by Redazione NEOS (see all)