museo del turismo
Vista su Genova da Castello D’Albertis. Ph Maurizio Beatrici
Dal 12 marzo il Museo del Turismo ha una nuova sala che va ad aggiungersi alle 50 già esistenti. È la Sala Colombiana del Castello D’Albertis Museo delle culture del mondo, in Corso Dogali 18 a Genova, sotto la direzione di Maria Camilla De Palma. Nessuna collocazione poteva essere più appropriata per un museo, diffuso e online, che, tra le altre cose, permette di ripercorrere gli albori del turismo nel tempo e nel mondo.
 
Gabriella Pala, direttrice del Museo D’Albertis, con Elena Anfossi, ricercatrice
In questa sala del Castello D’Albertis, dove si trovano i volumi della fornita biblioteca del Capitano Enrico Alberto d’Albertis, grande viaggiatore per mare e per terra dell’Ottocento, considerabile un pioniere del turismo moderno, l’attenzione viene catturata dalle osservazioni di Elena Anfossi che ne ha evidenziato la prospettiva coloniale ed etnocentrica.
Tra i volumi più significativi gli ottocenteschi Handbook for travellers, guide che venivano consultate prima di intraprendere un viaggio in modo da prepararsi ad ogni evenienza in terre tanto lontane quanto pericolose. Erano redatte in inglese e in francese da positivisti europei, aderenti a una corrente di pensiero che voleva seguire il rigore metodologico della scienza. Particolarmente interessanti, questi manuali, antenati delle moderne guide turistiche, documentano l’approccio e la visione del turismo in quei tempi.
museo del turismo
Libri e guide della Biblioteca del Museo D’Albertis
Nella sala, in una grande vetrina stile “camera delle meraviglie”, si trovano anche esemplari del regno vegetale, animale e minerale esposti insieme a manufatti di Africa, Americhe, Oceania ed Asia presentati senza distinzioni tra le categorie delle allora nascenti scienze naturali, archeologia ed antropologia, a documentare uno sguardo ancora indistinto tra le testimonianze dell’uomo e quelle della natura, da guardare con lo stupore e la curiosità per i mondi nuovi che ormai a fine Ottocento si stavano configurando all’orizzonte.
Museo D’Albertis Sala Colombiana – Biblioteca
Questa sala del Museo del Turismo è stata concepita anche in parte virtuale per poter essere visitata da tutti e da ogni luogo, e quindi perfetta in questo periodo di pandemia.