International Tour Film Fest

Anche quest’anno la NEOS dà il patrocinio all’International Tour Film Fest che si terrà dal 28 giugno fino al 13 ottobre in diverse località laziali.

Ideato e fondato da Piero Pacchiarotti, il festival internazionale itinerante del cinema – quest’anno alla sua ottava edizione – ha raggiunto un nuovo record di iscrizioni: oltre 3.000 tra corti, mediometraggi e lungometraggi da 110 Paesi nel mondo.

Quelli con più opere iscritte al festival sono Italia, Spagna, India, Iran, USA, Francia, Brasile (comprendono anche le opere in coproduzione con altri paesi). Mentre Mozambico, Ghana, Capo Verde, Pakistan, Mali, Tanzania e Uzbekistan sono tra i Paesi new entry che hanno deciso di iscriversi al Festival.

Maggiore prevalenza sono le opere della categoria Fiction, a seguire Documentari, Animazione (molti cortometraggi animati sono realizzati da donne, in particolare da Iran, USA, Francia e Spagna) e Turismo.

Crescente il numero di lungometraggi italiani, opere prime di finzione (drammatico, horror, fantastico e commedia) e documentari.

Nomi e opere del film fest

Si conferma la presenza di opere iscritte con nomi già conosciuti e apprezzati nelle edizioni precedenti del festival, tra i quali: Adelmo Togliani (La macchina umana), Jun Ichikawa (L’etoile), Massimiliano Varrese (Mi-ka-el – C’è altro guardando oltre? e Affitasi vita), Marius Bizau (The Game) e Francesca Antonelli (La partita). Non mancano altre importanti presenze del cinema italiano tra cast artistico e quello tecnico.

Alcuni nomi internazionali con le proprie opere iscritte: Christopher Lambert (La voce del lupo), Lou Castel (Per sempre), Catherine Deneuve (Rise of a star), Béatrice Dalle (Une charogne), Sylvester McCoy (Beauty) e il regista Werner Herzog che ha supervisionato il documentario The end of eternity di Pablo Radice.

Tra i cortometraggi fiction si segnalano: Skin di GuyNattiv, vincitore del Premio Oscar 2019 come Miglior Cortometraggio e iscritto nei primi giorni dell’apertura del bando del festival, in largo anticipo prima dell’annuncio delle nomination agli Oscar. Invece il canadese Fauve di Jeremy Comte (Premio Speciale al Sundance Film Festival) è stato tra le nomination ai Premi Oscar 2019.

Premiatissimi anche i lungometraggi italiani iscritti al Festival come Be Kind di Sabrina Paravicini e Nino Monteleone e Conversazioni Atomiche di Felice Farina che hanno ottenuto una menzione speciale ai Nastri d’argento DOC 2019.

Alcune compagnie non sono strettamente legate al cinema ma hanno deciso di prendere parte al bando del festival: un esempio è la software house giapponese Level5 che ha iscritto il cortometraggio animato Layton’sMysteryJourney: Katrielle& the Millionaires’ Conspiracy, direttamente dalla fortunatissima serie videoludica Professor Layton ideata da AkihiroHino.

Singolare è anche la presenza di cortometraggi animati provenienti dal continente africano.

Molti film sono stati realizzati da istituti scolastici italiani e nel mondo; alcune opere sono frutto di un lavoro collettivo, come il documentario Hombres De Speranza, realizzato dallo staff interno e dai pazienti del Centro De Rehabilitación La Esperanza, un centro di riabilitazione situato in Tijuana (Messico).

Il lungometraggio CLIC – 10 giorni guidato dal vento di Paolo Goglio è il primo “selfie-film” nella storia del cinema ossia un film realizzato quasi interamente su smartphone da una sola persona. Presente al festival anche una mini rassegna dedicata al 500 anniversario della scomparsa di Leonardo Da Vinci.

La sezione turismo al Festival

Un vero e proprio “tour”! Ecco tutti i Paesi iscritti: Filippine, Portogallo, Ucraina, Brasile, Mozambico, Belgio, India, Repubblica Ceca, Italia, Iran, Francia, Spagna, Cina, Pakistan, Russia, Irlanda, Colombia, Giappone, Turchia, Regno Unito, Croazia, Corea del Sud,  Mynamar, Polonia, Germania, Canada, EAU, Malta, USA, Bulgaria, Capo Verde, Hong Kong, Australia, Azerbaigian, Slovenia, Paesi Bassi, Ecuador, Montenegro, Serbia. Tutte le opere iscritte in questa categoria intendono non solo mostrare al pubblico le proprie bellezze paesaggistiche, ma anche le potenzialità del turismo in tutte le sue sfumature.

Curiosità: il regista più giovane iscrittosi al festival è l’austriaco Luca Potskhishvili nato nel 2008, mentre il più anziano è Luigi Perelli (meglio noto come regista della serie La Piovra) nato nel 1937. In giuria, dal 2015, figura anche la socia NEOS Isabella Radaelli.

International Tour Film Fest 2019, dove e quando:

S.Marinella 28,29,30 giugno

Allumiere 18 luglio

Tolfa 9 agosto

Cerveteri 29 agosto

S.Severa (castello) 21,22 settembre

Civitavecchia 9,10,11,12,13 ottobre

internationaltourfilmfest.it

 

 

 

 

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)

Vai alla barra degli strumenti