Un po’ di ironia
Non guasta mai. Soprattutto se l’ironia è frutto di sapienti pennellate come quelle usate da Giorgio Rinaldi nel suo nuovo libro Achtung, giornalisti in transito! Storie più o meno comiche di giornalisti, aspiranti tali e merenderos. Che con grande lucidità mette in luce alcuni aspetti controversi del giornalismo nostrano.

Nel grande oceano del giornalismo navigano con alterne fortune “veri, falsi e travisati giornalisti, nonché i temuti merenderos”. Ma chi sono questi singolari personaggi? Cosa fanno? Come agiscono? Implacabile Giorgio Rinaldi ce li descrive e ci racconta le loro incredibili prodezze appunto con ironia e simpatica leggerezza. Così ci conduce in un avvincente viaggio nel sottobosco dei giornali.

Il suo racconto è tutto autenticamente vero. Tranne i nomi dei protagonisti. Sostituiti per non incappare in defatiganti denunce e querele. Nel leggere il libro abbiamo ritrovato personaggi conosciuti e eventi a cui purtroppo abbiamo assistito. Un’occasione per chi fa questo mestiere da anni per ripensare alla propria professione, alla sua etica, alla sua finalità. Improntata all’autenticità delle notizie e alla completezza dell’informazione. Tutti valori non svendibili per favori o regalie.

Come sostiene l’autore, speriamo che il libro divertirà anche il lettore che forse sognerà di meno pensando ai giornalisti e al giornalismo come professionisti senza macchia e senza paura e come un lavoro ammantato di fascino. Ma apprezzerà di più chi tutti i giorni lavora con la penna e con la tastiera, cercando caparbiamente le notizie, quelle vere e importanti, verificandole e proponendole in modo oggettivo senza condizionamenti.

 

Giorgio Rinaldi
Achtung, giornalisti in transito!
Storie più o meno comiche di giornalisti, aspiranti tali e merenderos
Gruppo Lumi
88 pag.
9,00 euro

Redazione NEOS

Latest posts by Redazione NEOS (see all)