jack london

Jack London, scrittore cult, ha appassionato con i suoi palpitanti romanzi fra natura e avventura grandi e piccini. Ora due sue opere sono state portate sul grande schermo.

A ottobre dell’anno passato è uscito il film Martin Eden, libera trasposizione dal suo omonimo romanzo. Il regista Pietro Marcello sposta l’azione da Oakland a Napoli alla fine del secolo scorso. Martin Eden è un marinaio con una grande fame di vita e di grande coraggio. Dopo avere salvato Arturo Orsini da una violenta rissa, Martin è accolto con riconoscenza dalla famiglia del ragazzo e presentato alla sorella Elena. È subito amore a prima vista.

Volendo “essere degno” di Elena Martin inizia a istruirsi facendo tutto da solo, leggendo voracemente tutto quello che trova. Viene così alla luce il suo talento più profondo: quello per la scrittura. Ma la scrittura, almeno inizialmente, non paga. Gli sforzi letterari di Martin sono rifiutati dalle redazioni che respingono ogni racconto o poesia, troppo nuovi e diversi per i gusti standardizzati. E per Elena e la sua famiglia borghese la mancanza di un “status sociale adeguato” è un problema insormontabile. La pellicola ha ottenuto 11 candidature a David di Donatello ed è stato premiato al Festival di Venezia.

jack london

Harrison Ford è il protagonista de Il richiamo della foresta, altro libro di Jack London, uscito il 20 febbraio, altro romanzo famoso dello scrittore americano. Qui Ford veste i panni del giudice John Thornton, proprietario del cane Buck, protagonista di un incredibile viaggio nell’Alaska durante i tempi della corsa all’oro ad inizio del Novecento. Un cane particolare, quasi umano, che diventerà il trascinatore della slitta utilizzata per gli spostamenti dai cercatori d’oro.

Il racconto si sviluppa anche nel segno dell’amicizia tra il cane e il suo padrone, in questo ambiente selvaggio pieno di pericoli. Un’amicizia fatta di autenticità come solo può essere quando si devono affrontare delle prove che la natura riserva in quei territori regno dell’avventura e del mistero, che mettono in pericolo la vita delle persone. La produzione è della Disney che ne ha fatto un film particolarmente adatto per le famiglie e i bambini. Ma non solo.

Questa è una occasione per rileggere i numerosi romanzi di London in questi giorni di forza clausura. Le sue pagine ci porteranno in paesi lontani e ambienti naturali affascinanti a tu per tu con uomini e donne che la fantasia dello scrittore ha reso veri e attuali. Un viaggio virtuale e affascinante.

#iorestoacasa

#aitempidelvirus

#leparolenonbastano

 

Pietro Tarallo

Pietro Tarallo

Ha scritto 80 libri fra guide turistiche, testi geografici e libri fotografici, dedicati all’Italia, all’Europa, all’America, all’Africa Australe, al Medio Oriente, all’India, al Sud-Est Asiatico, alla Cina, all’Australia e ai Monasteri, e reportage per riviste e quotidiani. Collabora con: Il Giornale del Viaggiatore, Mentelocale.it, TerreIncognite Magazine, LSD, Voyager e Latitudes. I suoi libri più recenti: Monasteri in Italia (Touring), Le Antiche Vie della Fede (e-Book, Simonelli), Persone. Protagonisti 1980-2014 (Il Canneto) e Giro del mondo in 80 paesi (Polaris). Organizza dal 2007 “Il Salotto del Viaggiatore” dove racconta i suoi viaggi e quelli dei suoi ospiti. Dal novembre 2016 è Presidente della NEOS.