capolavori sibillini

Nobil natura è quella che a sollevar s’ardisce (Giacomo Leopardi, La Ginestra). L’appello leopardiano alla solidarietà ha guidato l’iniziativa di una mostra speciale a Osimo, nell’entroterra marchigiano. A Palazzo Campana, residenza seicentesca del marchese Federico Campana, divenuta nel 1715 sede del collegio maschile e del seminario vescovile che ospitò nel tempo, tra docenti e allievi, personalità di spicco e che oggi ha funzione educativa e culturale, fino al 1 ottobre sono, infatti, esposti i Capolavori Sibillini l’arte dei luoghi feriti dal sisma.

100 opere tra disegni, dipinti, pale d’altare, dal XV al XVIII secolo provenienti dai luoghi colpiti dal terremoto di un anno fa, che non possono stare più nella loro sede originaria, distrutta o pericolante, e che testimoniano il patrimonio storico-culturale dei Sibillini, caratterizzano l’identità territoriale di quelle comunità e simboleggiano la bellezza e fragilità di un’area, da far conoscere e da proteggere. Osimo le ospita per il tempo necessario, per salvaguardare, tutelare e valorizzare il senso d’identità e di coesione sociale di quel territorio e per incentivare il potenziale turistico delle zone da cui il materiale esposto proviene.

capolavori sibillini

Grazie alla mostra sono state fatte scoperte artistiche interessanti, come il caso di una pala conservata in una chiesa chiusa a chiave e visitabile solo quando il custode era presente e l’apriva, oppure quello dell’opera che, dopo il restauro, viene ristudiata e probabilmente ri-attribuita all’artista giusto.

Parte dei proventi ricavati dall’esposizione è destinata al restauro delle opere esposte, come pure la vendita delle fotografie d’impatto del territorio, che sono collocate a piano terra del Palazzo.

capolavori sibillini

Un consiglio: nel mese di agosto Capolavori Sibillini è aperta tutti i giorni a orario continuato, andate a vederla, è ben fatta e ricca di opere di non poco conto, difficilmente godibili altrimenti, e contribuirete anche ad aiutare la zona e i suoi abitanti che ancora non hanno pace. E Osimo è a una ventina di minuti dalle spiagge del Conero.

La mostra, con il comitato scientifico presieduto da Vittorio Sgarbi, è promossa da Regione Marche, Comune di Osimo, Rete Museale dei Sibillini, Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche, Istituto Campana per l’istruzione permanente di Osimo e l’A.S.S.O. – Azienda Servizi Speciali Osimo e 8 Comuni delle Marche: Montefortino, Montefalcone Appennino, Smerillo, Montelparo e Monte Rinaldo per la provincia di Fermo, Montalto delle Marche per la provincia di Ascoli Piceno, Loro Piceno e San Ginesio per la provincia di Macerata.

Capolavori Sibillini – l’arte dei luoghi feriti dal sisma

Palazzo Campana

Piazza Dante 4, Osimo AN

Tel. +39 071 714822

Dal 1 agosto al 10 settembre aperta tutti i giorni orario continuato

In seguito, da giovedì a domenica, festivi e prefestivi: 10-13/16-19

capolavorisibillini.it

Mostra visitata in data 20 agosto 2017

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)

Vai alla barra degli strumenti