Kayak, il Louvre Abu Dhabi
         Louvre Abu Dhabi, il museo progettato da Jean Nouvel ⓒMohammed Somji

Che cosa c’è di meglio che scoprire il Louvre Abu Dhabi, in kayak? Magari dopo un tuffo nel Mar d’Arabia o la vista sull’Emirato dall’alto di un grattacielo. Pagaiare è un’idea divertente per osservare da un diverso punto di vista le architetture del museo. Sull’isola di Saadiyat le acque dei laghetti che circondano la cupola di Jean Nouvel, l’archistar internazionale che l’ha progettata ispirandosi alle tradizioni locali, sono perfette per un giro in kayak intorno al museo.

Kayak al Louvre Abu Dhabi
 Isola di Saadiyat, tour in kayak al Louvre Abu Dhabi / ⓒDipartimento di cultura e turismo Abu Dhabi

Non è necessario aver già sperimentato il kayak. Basta presentarsi al punto di ritrovo, ascoltare un breve briefing da parte di un istruttore che vi accompagnerà durante tutto il percorso. Per cambiarsi e mettersi un abbigliamento adatto, vicino al meeting point ci sono degli spogliatoi. I bambini dai 6 ai 12 anni devono essere accompagnati da un adulto. Il tour di un’ora, si tiene il giovedì, il venerdì e il sabato: alle 18 e alle 20 e costa 126 AED, circa 28 €. Il 13 e 14 settembre, quando c’è la luna piena, sono previsti anche due tour di sera, alle 20 e alle 22. Date e orari possono variare ed è quindi meglio verificare prima di prenotare Kayaking at the museum.

Kayak al Louvre Abu Dhabi
Kayaking sui laghi intorno al Louvre Abu Dhabi / ⓒDipartimento di cultura e turismo Abu Dhabi

Le dodici gallerie permanenti

Il percorso del museo si sviluppa in dodici periodi dell’arte, suddivisi per epoche: dalla preistoria all’arte contemporanea. Le esposizioni sono in continua evoluzione così da offrire sempre qualcosa in più al visitatore. «Le nuove acquisizioni ci consentono di arricchire regolarmente le nostre gallerie permanenti» dichiara la dr.ssa Souraya Noujaim, direttrice scientifica e curatrice delle collezioni di Louvre Abu Dhabi «Allo stesso tempo, la rotazione dei prestiti dei nostri partner consente di migliorare sia nostra collezione permanente sia le mostre temporanee». Tra i nuovi arrivi, per esempio, si spazia dall’Armatura con stemma del feudatario Nabeshima Yoshishige, (Giappone 1707-1730 realizzata in ferro, seta, lacca e oro), che proviene dal Museo Guimet al Ritratto di Mehmet Said Pasha, Principe di Rumelia olio su tela di Joseph Aved (1742), dal castello di Versailles. E ancora: Madame Gaudibert, un olio su tela della moglie di un negoziante di Le Havre ritratta da Claude Monet (1868); la Sala da Ballo ad Arles, un olio su tela di Vincent van Gogh (1888) e Donna che fuma il tabacco, olio su tela di Emile Bernard (1900). Tutte tre acquisizioni dal Museo d’Orsay.

Kayak, Armatura giapponese del '700
Armatura di Samurai (XVIII sec.) con gli stemmi di Nabeshima, quarto signore feudale di Saga in Hinzen, un capolavoro in ferro, seta, lacca e oro di Miyata Katsusada (1707-1730) / © Thierry Ollivier per il Dipartimento di Cultura e Turismo di Abu Dhabi 
Kayak, Olio su tela di Mehemet Saïd Pacha
 Mehemet Saïd Pacha, bey di Roumélie, ambasciatore del Sultano ottomano a Versailles, olio su tela di Joseph Aved / ©RMN-Arnaud Loubry

Le mostre temporanee

Di solito i Louvre Abu Dhabi ne programma quattro all’anno e sono previste per ospitare i ‘prestiti’ di opere d’arte, soprattutto dai musei francesi. Quest’anno, per esempio, dal 18 settembre al 7 dicembre si può godere di Rendezvous in Paris: Picasso, Chagall, Modigliani & Co (1900 – 1939), una selezione di oltre 80 opere degli artisti che hanno ‘respirato l’aria bohémienne’ di Parigi, dando una sferzata all’arte del Ventesimo secolo. In mostra non solo dipinti, ma sculture e fotografie di una quarantina tra gli artisti più significativi dell’Epoca. Compresi Giorgio De Chirico, Sonia Delaunay, Tamara Lempicka e altri che facevano parte della ‘Scuola di Parigi’.

Kayak, Modigliani: ritratto di donna
Amedeo Modigliani, Ritratto di Dédie (1918), olio su tela dal Museo Nazionale    d’Arte Moderna, Centro Pompidou © Service de la documentation photographique du MNAM -Centre Pompidou, MNAM-CCI /Dist. RMN-GP

Dal 30 ottobre al 18 febbraio 2020 è in programma 10,000 Years of Luxury. La mostra 10mila anni di lusso cerca di spiegare che cosa s’intendeva in passato e cosa s’intende oggi per ‘lusso’. Un’escursione nelle diverse civiltà e nell’arco storico di 10mila anni. In mostra più di 350 oggetti che spaziano dai mobili all’arte, dall’oreficeria alla moda, al design e non solo. Tutti oggetti, che hanno segnato lo status symbol nelle diverse epoche e che non sempre significa siano i più costosi. La storia, infatti, ci ha insegnato che quello che aveva un valore nei secoli scorsi spesso non coincide con quello che fa tendenza oggi. Così, oltre a pezzi d’arte antica come le ‘offerte’ dedicate alle divinità, si vedono arredamenti dorati tipici delle famiglie reali. Per arrivare a fronzoli e decorazioni e passare ai gioielli, all’artigianato e alla moda. Per quel che riguarda l’epoca contemporanea non mancano quindi i brand più famosi. Firme come Dior, Chanel, Hermès, Cartier. Una mostra che può portare a riflettere che il ‘vero lusso’ oggi è quello che il denaro non può comprare, ma quello delle eredità immateriali.

Sala da ballo ad Arles, olio su tela di Vincent van Gogh (1888) / ©RMN – Hervé Lewandowski

Non solo arte al Louvre Abu Dhabi

Oltre a eventi culturali e workshop il Louvre Abu Dhabi offre di più. Nel Museo dei bambini ci sono eventi dedicati alle famiglie e ai più piccoli che sono invitati a partecipare alle attività appositamente studiate per sollecitare la curiosità e la creatività. Fino a luglio 2020, per loro è prevista la mostra A Costume Adventure: abiti, stoffe, costumi, accessori che fanno capire chi li indossa e con chi abbiamo a che fare. Tanto per chiarire le differenze nei secoli, per intenderci: “Dimmi come ti vesti e ti dirò chi sei, da dove vieni e in che secolo vivi”.

Kayak, Louvre Abu Dhabi
Pagaiare al Louvre Abu Dhabi durante una notte di luna piena / ⓒDipartimento di cultura e turismo Abu Dhabi

Organizzare la visita al museo

Per qualche momento di relax ci sono due caffè: il Museum Café, all’interno. Mentre l’Aptitude, dove si beve la miglior miscela in città, è all’esterno, nel Louvre Abu Dhabi Park. Nella Boutique, anche questa disegnata da Jean Nouvel, si trovano riproduzioni, cataloghi delle mostre, libri d’arte, souvenir, giochi, gioielli , bigiotteria e oggetti di design.

Data l’ampia offerta è bene organizzare in anticipo la visita al Louvre Abu Dhabi. Sul sito si possono addirittura comprare i biglietti.Niente è lasciato al caso, per muoversi all’interno e non perdersi, dal sito si può anche scaricare l’applicazione gratuita della guida. In sette lingue, peccato che manchi l’italiano e che i giudizi di chi l’ha scaricata non sono positivi. Altre informazioni per visitare l’Emirato qui. Perché in arrivo ci sono diversi altri eventi ricreativi e culturali che vanno dal campionato di arti marziali miste UFC 242 alla Abu Dhabi Showdown Week, la settimana che prevede la presenza di star internazionali come i Red Hot Chili Peppers, J Balvin, Jess Glynne e Rudimental. Mentre dal 29 novembre al 1° dicembre andrà in scena il Gran Premio F1 Etihad Airways Abu Dhabi. 

Vai alla barra degli strumenti