Dimenticatevi la Statua della Libertà e l’Empire State Building. Archiviate la Fifth Avenue, Broadway e Central Park. Times Square? Roba per turisti mordi e fuggi. Oggi il quartiere più in voga in città è il Meatpacking District.  Area portuale sede di stabilimenti per la lavorazione della carne, negli anni ‘80 il Meatpacking era un quartiere malfamato: si è trasformato in un quartiere alla moda, con locali trendy e boutique di lusso ma un’anima autentica e un po’ rude: ecco il Meatpacking District. Creativi e designer hanno deciso di stabilirsi qui, aprendo le porte dei loro atelier e laboratori.

DSC_0023
Foto: Open Mind Consulting

Una delle prime a trasferirsi nel quartiere è stata la stilista Diane Von Furstenberg, che ha aperto il suo showroom al numero 874 di Washington Street, seguita poi dai colleghi Stella McCartney, Alexander McQueen, Krizia, Carlos Miele e dalla galleria d’arte contemporanea Wooster Projects.

Oggi due delle principali attrazioni della zona sono il Chelsea Market, che si trova nell’ex fabbrica dei biscotti Oreo, e la High Line, il primo parco pubblico sopraelevato della città, sorto dalle ceneri di una vecchia linea ferroviaria ormai dismessa.

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)