natale in umbria

La Basilica di San Francesco, “luogo prediletto della cristianità” si accende anche per ricordare che il primo presepe vivente della storia fu opera di San Francesco. Orvieto invece è pronta ad ospitare coloro che vorranno scoprire i presepi, degustare i pregiati vini o ascoltare la raffinata musica. Chi vuole può passare un momento di puro benessere all’interno di uno dei tanti relais, o passeggiare in mezzo alla natura per un “turismo slow” oppure sedersi a tavola laddove i prodotti del territorio, a cominciare dai golosi dolci, che regalano gioia alla gola.

La Regione Umbria presenta un cartellone ricco di appuntamenti sull’intero territorio. Perugia, l’Orvietano, Città di Castello e l’alta Valle del Tevere, Amelia e il comprensorio amerino, Gubbio, Spoleto, Foligno, Todi, Assisi, la Valnerina, Terni, il Trasimeno sono al centro di un’offerta turistica capace di accontentare tutti.

Tra questi, citiamo “I musei sotto l’albero”, la nuova campagna di sensibilizzazione per la difesa del patrimonio culturale messa in campo dal Polo Museale Città di Gualdo Tadino: si acquista una cartolina quale strenna di Natale, che dà diritto all’ingresso con biglietto unico a tutti i musei della città. Al costo di sei euro si sostiene un patrimonio artistico dall’indubbio valore e contemporaneamente si regala un viaggio nel proprio territorio: la Rocca Flea, il capolavoro di Federico II nel centro Italia, con le tre sezioni relative all’archeologia, alla pittura e alla ceramica; il Museo dell’Emigrazione Pietro Conti, appassionato percorso multimediale nella storia del Novecento; il Museo della Ceramica – Casa Cajani, con i lustri delle famiglie Rubboli e Santarelli, la Chiesa Monumentale di San Francesco, con la Mostra Concorso Nazionale dei Presepi.

Ad Assisi da non perdere è la mostra Tutti i presepi del Mondo alla Porziuncola di Santa Maria degli Angeli. Nel corso degli anni, gente da tutti i paesi del mondo ha donato il proprio presepe ai frati di Assisi e, nel periodo di Natale, la Porziuncola mostra le migliori opere all’interno del percorso del Roseto e nel chiostro del Convento.

Altra meraviglia è il presepe monumentale nel prato della Basilica di San Francesco con personaggi in terracotta a grandezza naturale, l’enorme abete natalizio all’ingresso della Basilica inferiore e le opere artistiche che ogni anno la regione italiana prescelta per onorare il Patrono d’Italia dona al Convento.

A Orvieto ritorna e festeggia 25 candeline Umbria Jazz Winter, dal 28 dicembre al 1 gennaio 2018, mettendo in scena 100 eventi con 25 band e circa 150 musicisti. I

A Spoleto a Capodanno Trance Continental Express è una sorta di viaggio nella storia della musica dei vari continenti attraverso numerose immagini proiettate sui palazzi intorno, diverse sono gli appuntamenti nei giorni che lo precedono.

A Città di Castello torna il 25 dicembre la caratteristica discesa dei Babbi Natale sul fiume Tevere: con il favore dell’oscurità i canoisti travestiti solcano le acque del fiume in una scenografia di luci torce e lumini.

Info: umbriatourism.it

 

 

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)