L’idea è venuta a Gaia e Benedetta, le figlie di Milena Ercole Pozzoli che, per ricordare la mamma morta un anno fa, hanno voluto piantare un Macadamia in Nepal, destinazione cara a Milena. Così NEOS ha voluto fare altrettanto per una delle colleghe più amate e apprezzate del mondo dei viaggi. Quindi, ora c’è un altro albero di Macadamia: Latitudine 28.013969 Longitudine 85.28954, in Nepal. Come abbiamo fatto? Siamo andati sul sito www.treedom.net e abbiamo scoperto che il Macadamia è simbolo di Vitalità e che assorbe 300 kg di CO2, quanti ne produce in media una persona in 23 giorni. Ricerche scientifiche ne stanno studiando le noci perché, oltre a essere buonissime, sono anche ritenute un vero e proprio elisir di lunga vita. Mentre le foglie e i fiori servono per la cosmesi. Ma c’è di più. La scelta è ampia e altri alberi possono essere piantati in tutto il mondo: dal melograno in Italia al Mango a Haiti, dall’avocado in Kenya al cacao in Camerun. Ogni albero con un suo significato e un valore in quantità di CO2. Puoi decidere di farlo piantare tu o di regalarlo e là dove avrai scelto ci sarà un contadino che penserà a piantarlo nel suo terreno e a prendersene cura. Il motto: “Il Pianeta ringrazia!”

Giosi Sacchini

Giosi Sacchini

Ho visto il mondo quando ancora era bello. Quando viaggiare era un’avventura e non un incubo. Viaggiatrice, prima che giornalista curiosa, convinta che si può descrivere e trasmettere sensazioni solo quando un posto lo si è visto e amato. Di Paesi ne ho amati oltre 100… tanto che per vent’anni sono stata responsabile della rubrica viaggi di Donna Moderna. Ora mi riprendo la vita e il tempo per conoscere e scrivere degli altri Paesi che mi mancano. Almeno questo era il programma, ma presto la Neos mi ha travolto, prima affidandomi la presidenza dell’Associazione e poi nominandomi presidente onorario. Così la mia vita è cambiata…
Giosi Sacchini

Latest posts by Giosi Sacchini (see all)

Giosi Sacchini
Ho visto il mondo quando ancora era bello. Quando viaggiare era un’avventura e non un incubo. Viaggiatrice, prima che giornalista curiosa, convinta che si può descrivere e trasmettere sensazioni solo quando un posto lo si è visto e amato. Di Paesi ne ho amati oltre 100… tanto che per vent’anni sono stata responsabile della rubrica viaggi di Donna Moderna. Ora mi riprendo la vita e il tempo per conoscere e scrivere degli altri Paesi che mi mancano. Almeno questo era il programma, ma presto la Neos mi ha travolto, prima affidandomi la presidenza dell’Associazione e poi nominandomi presidente onorario. Così la mia vita è cambiata…
Vai alla barra degli strumenti