raffaello
Raffaello-San Sebastiano, 1501-1502 c. Accademia Carrara, Bergamo Credits: Fondazione Accademia Carrara, Bergamo

Con largo anticipo per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Raffaello, che saranno nel 2020, Giorgio Gori, presidente Fondazione Accademia Carrara oltre che sindaco di Bergamo, Nadia Ghisalberti, assessore alla cultura del Comune di Bergamo e Maria Cristina Rodeschini, direttore della Carrara e co-curatore con Emanuela Daffra e Giacinto Di Pietrantonio hanno presentato a Milano la mostra Raffaello e l’eco del mito.

Con un inedito percorso di oltre 60 opere, provenienti dall’Italia e dal mondo, sarà un’occasione unica per vedere dipinti che spaziano dagli anni della formazione ai capolavori del giovane magister fino al racconto straordinario del mito cresciuto nei secoli attraverso l’Ottocento, il Novecento e giunto ai nostri giorni.

L’indagine si sviluppa attraverso i lavori dei maestri Perugino, Pinturicchio e Luca Signorelli. Un significativo corpus di opere di Raffaello, 13 in tutto a partire dal San Sebastiano della Collezione Carrara e ago della bussola della mostra, ne celebra l’attività dal 1500 al 1505; infine, il racconto del mito raffaellesco, già attivo in vita e mai sopito, si sviluppa in due sezioni, la prima ottocentesca e la seconda dedicata ad artisti contemporanei come Christo, Giulio Paolini fino a Francesco Vezzoli.

L’esposizione promuove una nuova ricerca, saranno proposti accostamenti che consentiranno un’esperienza unica e i contenuti saranno accessibili al pubblico: il progetto è “ricco, godibile e raggiungibile” come ha detto Rodeschini.

La concezione è della Fondazione Accademia Carrara in collaborazione con GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo e in coproduzione con Marsilio Electa, prevede il prestito di opere da musei e collezioni nazionali e internazionali, tra i quali The Metropolitan Museum of Art di New York, Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, Thorvaldsens Museum di Copenaghen, Brera di Milano e Uffizi di Firenze.

Un sito dedicato raffaellesco.it e le attività collaterali e didattiche amplieranno il dialogo con pubblici diversi.

Raffaello e l’eco del mito


a cura di Maria Cristina Rodeschini, Emanuela Daffra e Giacinto Di Pietrantonio

GAMeC – via San Tomaso 53, Bergamo

dal 27 gennaio al 6 maggio 2018


Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)