Una Venezia inedita. Mai vista prima. Immersa nel mistero angoscioso del lockdown. La raccontano con parole e immagini la scrittrice Elisabetta Rossi, genovese per formazione e veneziana per destino e il fotografo-blogger, Fabio Accorrà, socio Neos e genovese doc, in Venezia, colori e parole del silenzio, con testi in italiano e in inglese

E’ una Venezia che seduce il lettore-viaggiatore lungo il percorso ideale tracciato attraverso calle, sotopòrteghi, altane, fondamenta e piazzette appartate, fuori dagli itinerari più battuti dai turisti. Dove si respirano i profumi e gli odori più antichi e si odono i rumori e le parole più autentiche di chi a Venezia vive da sempre. Con una mappa esaustiva, utilissima per non perdersi in questo labirinto incantato e fantasmatico. Unico al mondo. Di una città, appunto, che è unica e indimenticabile.

Ma non solo. La malia seducente e inquietante delle immagini di Fabio Accorrà è resa ancor più intrigante e struggente dalle parole e dai racconti di Elisabetta Rossi. Da leggere con attenzione. Da assaporare a poco a poco. Da meditare parola dopo parola. Per riuscire a penetrare oltre il velo di Maya che circonda da sempre la città lagunare. E andare, dunque, oltre e percorrere una sorta di cammino iniziatico che condurrà alla scoperta di meraviglie e bellezze mai viste e storie mai raccontate prima d’ora.

Una narrazione laica che si fa a tratti quasi sacra per non dire esoterica, in un dialogo continuo e serrato fra corpo, anima, spirito, fantasia, sogno e realtà. Tracciando cammini tutti da esplorare che portano alla ricerca della felicità, della verità e della bellezza nell’arte, nella scienza e nella variegata e secolare quotidianità di Venezia.

Gli autori ne parleranno martedì 24 aprile, alle 18, alla Libreria Coop, Genova Porto Antico, insieme a Pietro Tarallo, presidente Neos.

Fabio Accorrà – Elisabetta Rossi

Venezia

colori e parole del silenzio

Erga Edizioni

120 pagine

12,90 euro