viaggi sull'acqua
La giornalista Irene Cabiati assiste alla cerimonia del caffè durante uno dei suoi viaggi

A Biella Irene Cabiati (NEOS-La Stampa) ha partecipato al Festival Viaggio – Orizzonti, Frontiere, Generazioni con il racconto fotografico dei suoi Viaggi d’Acqua che si apre con la traversata in nave, da Massawa (Eritrea) a Napoli, quando era bambina. «La mappa della mia vita – ha esordito – è scritta con l’inchiostro dell’acqua e in ogni viaggio ho cercato di accostarmi al suo richiamo. Per questo ho molto navigato in barca a vela godendo la solitudine di isole deserte come le Similan in Thailandia, le Dahlak nel Mar Rosso o gli arcipelaghi del Venezuela».

Come giornalista, ha seguito imprese di grandi navigatori transoceanici, anche doppiando Capo Horn. E, ancora, la navigazione oltre il Circolo polare artico, a bordo di un veliero diretto al Passaggio a Nord Ovest e fra i ghiacciai dello stretto di Magellano. Altri scenari del suo vagabondare, il corso dei fiumi dove si celebra la sacralità dell’acqua nei riti funebri sul Bagmati a Kathmandu o in India, nelle preghiere sul lago Tana da cui sgorga il Nilo Azzurro, o in Manciuria, sulle rive del Tianqi al confine tra Cina e Corea del Nord. Fra i nomadi mongoli ha condiviso la protesta per la mancanza d’acqua sottratta dalle compagnie minerarie così come fra gli indios del deserto di Atacama fra le donne del popolo saharawi nel Sahara occidentale, mentre a Hong Kong e in Dancalia l’acqua è stata al centro di amichevoli cerimonie del tè e del caffè.

Gare e traversate di una velista

Con Irene Cabiati è intervenuta la velista Lucia Pozzo che ha parlato del suo lavoro di skipper in regata, delle sue traversate intorno al mondo e soprattutto di come gestisce il veliero d’epoca Tirrenia II (1914) di 19 metri. Conosce ogni centimetro della barca e nel suo ruolo di comandante (fino a pochi anni fa è stata l’unico comandante donna in un ambiente dominato da uomini), non fa alcuna distinzione di genere nel selezionare i collaboratori. Però è fiera di gareggiare da anni con un equipaggio femminile per sostenere l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Il pubblico ha seguito con molta partecipazione e il presidente della Lega Navale di Biella, Philippe Rousseau, complimentandosi con la skipper ha sottolineato come le donne in altre nazioni, e in particolare quelle anglosassoni, ormai, da decenni, abbiano altissimi gradi di responsabilità anche nella Marina.

Viaggio al femminile

Daniela De Rosa

‘Le donne sono sempre state lasciate fuori dal palcoscenico’, ha detto Daniela de Rosa, giornalista NEOS  specializzata in viaggi al femminile, intervenuta al Festival di Biella, ‘e allora noi entriamo dalla porta laterale’. Nel corso del suo intervento Daniela de Rosa ha parlato del lavoro che da anni fa con www.permesola.com, il suo blog dedicato al viaggiare al femminile, che conta ormai 17.000 iscritte alla newsletter, e con le guide di viaggio al femminile, che pubblica da anni. ‘Se pensiamo a una città, per esempio Venezia, ci vengono in mente Marco Polo, Goldoni, Vivaldi. Perché di questi personaggi ci hanno sempre parlato come di quelli che hanno reso famosa Venezia. Ma ci sono tante storie di donne altrettanto importanti, anche se non altrettanto famose, che vale la pena raccontare. Le loro storie sono bellissime, qualche volta sofferte, altre volte di successo. Le guide di viaggio tradizionali le tralasciano spesso. Io invece le metto in luce con queste piccole guide pensate per le donne che viaggiano da sole, con le amiche, attente comunque al lato femminile del mondo’.

Venezia, Londra, Marrakech ma anche Parigi, Milano, Roma, Madrid e presto Palermo, Firenze, Genova. Ogni città ha storie straordinarie di donne cui Daniela de Rosa e il suo gruppo di autrici cercano di dare lo spazio che meritano. E dato che si tratta comunque di guide di viaggio, ci sono anche consigli su dove mangiare, dove dormire, dove fare shopping, tutto visto e riproposto con un occhio al pubblico delle viaggiatrici.

 

 

 

 

 

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)

Vai alla barra degli strumenti