viviano domenici

Viviano Domenici, Premio NEOS dell’Associazione Giornalisti di Viaggio e  classe 1940, originario di Livorno, ha una storia eccezionale di esploratore e viaggiatore. Ha seguito numerose spedizioni di ricerca paleontologica ed antropologica nei cinque continenti. Ha trovato le uova di dinosauro in Mongolia e seguito le orme fossili in Brasile, ha scoperto depositi di armi chimiche sovietiche abbandonati nel lago di Aral, ha pranzato coi cannibali in Papuasia, ha inseguito le antiche civiltà delle isole Marchesi, ha vissuto con gli indios Yanomani in Brasile, ma soprattutto, è stato e resta una bandiera del Corriere della sera.

Giornalista assunto dalla Domenica del Corriere da Dino Buzzati, è poi passato al Corriere della Sera divenendo compagno di banco di Indro Montanelli, Eugenio Montale, Ettore Mo. Ma anche dei parmigiani Luca Goldoni, Maurizio Chierici, Bruno Rossi. Ha fondato e diretto per decenni l’inserto scienza del giornale, rivelandosi paleontologo, archeologo e antropologo di vaglia.

E proprio in questa ultima veste Viviano Domenici sarà ospite del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico di Parma mercoledì 27 marzo e sarà intervistato dal giornalista e scrittore Luigi Alfieri che lo inviterà a parlare di scienza, giornalismo, costume.

La conversazione prenderà spunto dalle stupende collezioni del Museo fino ad arrivare a parlare degli argomenti che più stanno a cuore a Domenici, che li ha tratteggiati in una dozzina di libri di grande successo; due di essi, Notte di stelle e C’è qualcuno là fuori, scritti a quattro mani con Margherita Hack.

Si parlerà molto anche di un’altra opera: A cena coi cannibali (De agostini, 2011), che racconta le avventure dell’inviato-esploratore Domenici nell’isola di Papua. Ospite di una tribù indigena, scoprì casualmente di trovarsi tra antropofagi. Si rivolse al capo e con l’ausilio di un improbabile traduttore chiese: “Non è che ora mi mangiate?”. Sorprendente la risposta: “No perché i bianchi si contano. Se ne manca uno, poi lo vengono a cercare”. Ancora oggi, il giornalista si chiede se si tratta di uno straordinario caso di umorismo della foresta, o di uno scampato pericolo. L’incompatibilità delle lingue non ha permesso approfondimenti.

Al termine dell’incontro, sarà possibile visitare le sale del Museo d’Arte Cinese ed Etnografico ad ingresso ridotto. 

“I Cannibali al Museo Cinese”: incontro con Viviano Domenici, intervistato da Luigi Alfieri

Mercoledì 27 marzo ore 18

Museo d’Arte Cinese ed Etnografico – Sala Incontri

via San Martino 8, Parma

info@museocinese.org

museocineseparma.org/it

Ingresso gratuito; i visitatori possono parcheggiare l’auto nel cortile interno del Museo.

 

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)