wwf travel
Dune walking in the Namib Desert at Sossusvlei in Namibia Courtesy WWF Travel

“Contaminare il turismo standard per farlo diventare più consapevole e tornare con un bagaglio più pesante, sapendo che cosa succede in determinati posti nel mondo”.

Così Gianluca Mancini ha introdotto WWF Travel, di cui è direttore: “In molti ci chiedevano di poter conoscere da vicino i nostri progetti e avvicinarsi al lavoro svolto da tutte le persone impegnate nella salvaguardia del nostro patrimonio naturale e ambientale. Per accogliere le richieste ci siamo strutturati e organizzati, stipulando accordi di partnership con differenti operatori riconosciuti nel settore…”.

Il neonato tour operator, società controllata da WWF Oasi a cui partecipano come partner Memed e Four Seasons, promuove viaggi, soggiorni ed esperienze ecologiche in tutto il mondo, puntando fin dal primo anno a un valore di affari intorno ai 2 milioni di euro.

Così ai campi estivi per ragazzi e ai soggiorni nelle Oasi WWF, si aggiungono a partire dalla primavera del 2018 i viaggi “iconici” ed “esperienziali” nel mondo e i tour naturalistici in Italia.

I primi 4 i viaggi iconici nella natura con esperienze uniche, preparati con Quality Group (consorzio di 8 tour operator), riguardano la Norvegia e Isole Svalbard alla scoperta dell’orso polare artico e delle strategie WWF per la sua salvaguardia; il Borneo, dove si lavora per la conservazione delle foreste pluviali e la difesa dell’orangutan; la Namibia, con un tour safari nell’Etosha National Park che si svolgerà in concomitanza della giornata mondiale del rinoceronte bianco; e il Bhutan, con focus sulla tigre, al centro di un importante progetto di conservazione WWF Global.

Con Four Seasons Natura e Cultura sono previsti 2 viaggi esperienziali all’insegna dell’integrazione con l’ecosistema e le popolazioni locali: uno in Amazzonia e l’altro alle Seychelles.

Viaggi di conoscenza e approfondimento naturalistico con Compagnia del Mar Rosso, tour operator specializzato con biologo marino, sono attesi, invece, alle Maldive e a Gibuti.

Infine, WWF Travel sta organizzando viaggi per la scoperta e l’osservazione di fauna e ambienti in Uganda, India e Repubblica centrafricana, dove l’associazione sta lavorando per la salvaguardia del gorilla di pianura.

Come ha evidenziato Gaetano Benedetto, direttore generale del WWF, “il turismo può essere un alleato della conservazione della natura. Non solo può aiutare a finanziare in modo diretto i progetti di tutela, ma crea reddito per le comunità locali”. “Ovviamente se fatto in maniera responsabile e coerente con la missione del WWF”, come auspica il presidente WWF Travel Antonio Canu.

WWF TRAVEL

Via Po 25/c, Roma

Tel. +39 06 85376500

info@wwftravel.it

wwftravel.it

A cura di Maddalena Stendardi

 

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)