Share Button

il giornalista Massimiliano Salvo

Aggrediti tre giornalisti a Genova ai margini di una manifestazione contro l’arrivo di 12 migranti nel quartiere Multedo. Massimiliano Salvo e Matteo Pucciarelli di Repubblica, e Davide Pambianchi del Secolo XIX, sono stati violentemente spintonati e aggrediti verbalmente da manifestanti che si opponevano all’arrivo dei migranti. Solo una serie di circostanze ha impedito che la cosa degenerasse. Ancora una volta chi fa informazione viene preso di mira da chi vuole a tutti i costi far prevalere la propria idea. L’Ordine dei Giornalisti della Liguria ha condannato immediatamente il gesto di violenza. “Ancora un’aggressione a giornalisti mentre svolgono il loro lavoro. Ieri pomeriggio a Multedo un gruppo di cittadini che stava manifestando contro il centro di accoglienza per un gruppo di migranti ha aggredito i colleghi che stavano documentando la scena: spintoni e insulti ai cronisti Matteo Pucciarelli e Massimiliano Salvo di La Repubblica e Davide Pambianchi de Il Secolo XIX.
Un episodio che si inserisce in un clima di tensione crescente verso la stampa: l’Ordine dei Giornalisti, l’Associazione e il Gruppo Cronisti Liguri ritengono vergognoso che colleghi che lavorano con onestà professionale per documentare vicende di grande risalto presso l’opinione pubblica debbano subire violenze e prevaricazioni di questo tipo”. Numerose le manifestazioni di solidarietà ai cronisti protagonisti della incresciosa vicenda. A Massimiliano Salvo, socio Neos, oltre che agli altri colleghi coinvolti, va la solidarietà di tutta l’associazione Neos – Giornalisti di Viaggio Associati