Share Button

 

 
Domenica 4 marzo, ore 17, all’Hotel Cenobio dei Dogi-Camogli ,Pietro Tarallo, giornalista e scrittore, presidente della Neos, giornalisti di viaggio associati, presenta I luoghi oscurati.
Il mondo diventa ogni giorno sempre più “piccolo”. Paesi sconvolti dalle guerre, dagli integralismi religiosi e dalle dittature. Paesi che fanno parte del baglio universale del viaggiatore e sono importanti per la storia dell’umanità. Paesi da non dimenticare per le loro bellezze, i loro monumenti, i loro paesaggi, le loro popolazioni e le loro culture. Dove non è più possibile viaggiare come in Afghanistan, Algeria, Yemen, Libia, Siria, Sudan.
Che sono raccontati nel loro splendore e nelle loro bellezze di come erano prima di guerre e distruzioni dalle parole e dai ricordi di Pietro Tarallo e dalle fotografie di Daniele Pellegrini, proposte nel power point realizzato da Massimo Bisceglie.

Un’occasione anche per ricordare Folco Quilici, scomparso recentemente. Ultimo grande esploratore dei nostri tempi, ha filmato, fotografato e raccontato gli angoli più belli e nascosti del pianeta. Soprattutto ha fatto scoprire le meraviglie dei mari e degli oceani. Pietro Tarallo ha avuto il privilegio di ospitarlo nel suo “Salotto del Viaggiatore”, il 3 ottobre del 2013, e di intervistarlo.
Queste le sue ultime parole a conclusione dell’intervista: “Occorre “fare strada” per conoscere la gente, approfondire, capire l’umanità dei paesaggi e scrivere per raccontarne la bellezza. Filmare e fotografare consentono di scoprire ogni volta qualcosa di nuovo”.

L’intervista completa è pubblicata nel libro “Persone Protagonisti 1980-2014” (Il Canneto Editore).