Natale zeppo di preoccupazioni per i giornalisti e i poligrafici de “La Gazzetta del Mezzogiorno“, il quotidiano pugliese di grande tradizione che sembra entrato in una grave crisi. A quanto pare sembra che non verranno erogati l’ultimo stipendio e la tredicesima. I problemi di uno dei più antichi giornali del meridione  per una volta tanto  non sono legati alle vendite, ma a un problema che riguarda la proprietà.  In un comunicato diffuso a tutti i lettori, la redazione invita i propri lettori a prenotare la propria copia qualche giorno prima di sabato 29 dicembre.

“A voi Lettori, noi giornalisti della Gazzetta non abbiamo mai chiesto nulla, se non di accordarci la cosa più preziosa per chi fa la nostra professione: la Vostra fiducia. Questa volta, chiediamo anche la Vostra solidarietà, per difendere il presidio di informazione garantito da oltre 130 anni dalla Gazzetta del Mezzogiorno. Sabato 29 dicembre, Vi invitiamo ad acquistare una copia del giornale, prenotandola due giorni prima in edicola”.

Messaggi di solidarietà sono giunti dagli organismi di categoria e dalla gente comune. Il presidente Neos, Pietro Tarallo, a nome dei soci tutti esprime solidarietà alla redazione e ai poligrafici, auspicando una rapida soluzione della vicenda. Nel quotidiano pugliese lavora anche Enrica Simonetti, socio Neos, alla quale esprimiamo  vicinanza. Per il giorno 28 dicembre ci sarà anche un sit in dei poligrafici davanti alla sede della regione.

a cura di Mimmo Torrese

Redazione NEOS

Latest posts by Redazione NEOS (see all)