Biccari

Biccari, Cingoli, Follina, Sarsina, Vicopisano. Cosa hanno in comune questi piccoli borghi dell’entroterra? La Bandiera Arancione, un ambitissimo riconoscimento del Touring Club Italiano, associazione privata senza scopo di lucro che da 127 anni si prende cura dell’Italia. Ogni anno, da 23 anni, lo assegna ai comuni che per qualità dell’accoglienza, sostenibilità ambientale e tutela del patrimonio artistico e culturale possono “regalare un’esperienza di viaggio autentica” e contribuiscono allo sviluppo del turismo in luoghi poco conosciuti della penisola. Dietro questo riconoscimento c’è un iter preciso da percorrere, che va dalla candidatura al seguire i suggerimenti dati dal Touring Club. Attualmente i comuni con Bandiera Arancione sono 267, ma rappresentano solo l’8% delle candidature analizzate. Notevoli e immediati per “i premiati” i benefici. Si parla di un aumento del 45% degli arrivi e dell’83% delle strutture ricettive. A goderne quindi ora Biccari, il borgo più alto della Puglia, Cingoli chiamata il Balcone delle Marche per la posizione panoramica sulla valle del Musone, Follina nelle Prealpi Trevigiane tra le colline del Prosecco, Sarsina con un importante passato storico sull’Appennino tosco-romagnolo, Vicopisano borgo medievale lungo le rive dell’Arno.

Cingoli
Follina
Sarsina
Vicopisano