Torino – Museo del Cimema, l’intervento del presidente della Regine Piemonte Sergio Chiamparino allapresentazione di Best In Travel

Il prossimo viaggio potrebbe essere diretto verso una delle destinazioni consigliate da Lonely Planet sull’edizione 2019 di «Best in Travel», la guida che sintetizza il lavoro di ricerca di un migliaio di collaboratori e esperti di tendenza. Come sottolineano i curatori, il criterio di selezione privilegia mete inconsuete, ignorate o sottovalutate. L’ambiziosa intenzione è di presentarne gli aspetti più interessanti e indicare «luoghi che vale la pena vedere prima che ci arrivino tutti gli altri». Per ogni località vengono illustrate le peculiarità del territorio da avvicinare su un itinerario consigliato.

La classifica fa sfilare 40 destinazioni suddivise in 4 categorie: Paesi, Città, Regioni e Best Value dove è possibile trovare la convenienza per il portafoglio.

Il primato per la presenza nelle classifiche spetta agli Stati Uniti con Miami (quarta), e Seattle (ottava) fra le Città ; il Great Smoky Mountains National Park (terzo) e Houston  (quinta) fra le destinazioni Best Value.

Regioni, vince il Piemonte

La grande sorpresa è il primo posto del Piemonte fra le Regioni: il territorio dell’algida roccaforte sabauda, motore industriale dell’Italia nel secolo scorso, incanta gli specialisti di Lonely Planet  per la bellezza concreta dei suoi variegati paesaggi e l’autenticità delle eccellenze enogastronomiche.  A lungo andare l’understatement premia: il Piemonte è l’unica destinazione italiana che compare nelle classifiche.

Al secondo posto c’è Catskills (Usa), dove 50 anni fa esplose il festival di Woodstock e dove tra qualche mese si farà il bis per l’anniversario. Grande festa anche nel Gujarat (settimo), in India, dove, il 2 ottobre 2019, con una spesa di 23 milioni di dollari, si festeggerà l’anniversario della nascita di Gandhi. Al terzo posto, le meraviglie a Nord del Perù e poi, in Australia, c’è Uluru il «panettone»di roccia rossa, dichiarato patrimonio Unesco che presto non si potrà più scalare. Passando per le Highlands (Scozia), si arriva all’estremo oriente russo fino alla Kamchatka (sesto) per poi transitare nel Manitoba in Canada e la Normandia (nona). La classifica approda in Sud America, nel deserto di Atacama in Cile uno dei luoghi migliori per assistere all’eclissi totale di sole del 2019.

best in travel
La copertina di Best in Travel 2019 Lonely Planet

Sri Lanka, il Paese dell’ecoturismo

Lo Sri Lanka si attesta al primo posto come meta molto apprezzata dagli ecoturisti. Segue la Germania che nel 2019 festeggia il centenario del Bauhaus con mostre ed eventi dovunque. Lo Zimbabwe (terzo) merita simpatia perché lascia un’ottima impressioni a chi lo visita, per i parchi,i siti archeologici e lo spirito di ottimismo dei suoi abitanti. Seguono Panamà, Kirghizistan, Giordania, Indonesia, Bielorussia. Emergono, al nono posto, São Tomé e  Principe, una meta che piace per i paesaggi surreali e il carattere degli abitanti. Al decimo posto, il paradiso caraibico del Belize. 

Com’è trendy Copenaghen

Il primato Top 10  delle Città spetta a Copenaghen che si sta sviluppando come meta trendy europea, seguita da Shēnzhēn (Cina) e da Novi Sad in Serbia. Kathmandu si attesta al quinto posto, seguita da Città del Messico e Dakar, in Senegal. Zara, in Croazia, e Meknès in Marocco chiudono la classifica.

best in travel
Torino – Museo del Cinema, la presentazione di Best in Travel- Lonely Planet al centro Ghita Scharling Sørensen direttrice di VisitDenmark

La convenienza

Il capitolo che solletica la curiosità riguarda le destinazioni convenienti, per le motivazioni, tutte da scoprire  e da valutare. La Valle del Nilo  è al primo posto per i grandi sconti su crociere sul Nilo o giri nel deserto, seguita da Łódź, città polacca dal carattere post industriale. Le Maldive sarebbero indicate per viaggiatori indipendenti e in Argentina si può contare sul rimborso del’Iva e altri sconti. Seguono Bangladesh, Albania, Ecuador e Slovenia.

Curiosità

Altri capitoli sono dedicati a novità, inaugurazioni, luoghi estremi, destinazioni sensoriali  e alberghi che promettono brividi e sorprese, per esempio, fra i ghiacci della Lapponia e «quasi» fra le braccia dei gorilla nelle foreste in Ruanda.

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)