Non solo l’astronauta Luca Parmitano, ma tutti i (ricchi) amanti dell’avventura. Skyscanner prevede che entro il 2024 lo spazio sarà una delle ultime frontiere per chi vorrà raggiungere i margini esterni dell’atmosfera terrestre. Ma accanto allo Spazio e alle orbite terrestri anche le profondità degli oceani diventeranno mete di vacanza nel prossimo decennio.

Space1 - Foster and Partners

 

La corsa per lo Spazio consisterà dapprima nel portare i viaggiatori a volare nell’orbita terrestre più bassa, permettendo loro di sperimentare la splendida curvatura del globo da un’alta quota. Guardando oltre il 2024, il viaggio nell’orbita terrestre potrà non essere più semplicemente una questione di brevissima permanenza, ma i viaggiatori potranno rimanere abbastanza a lungo per godere e assaporare un emozionante ambiente extraterrestre. Nel frattempo, per coloro che sono attratti dai viaggi spaziali, ci sono hotel in costruzione nello Spazio che conterranno terme a gravità zero, alianti spaziali e osservatori spaziali dove gli ospiti potranno anche sperimentare l’assenza di gravità.

 

 

Redazione Neos

Redazione Neos

Redazione Neos

Latest posts by Redazione Neos (see all)