Share Button

Orgoglio non solo nazionale, ma anche cremasco per Call me by your name, in italiano Chiamami col tuo nome, il film di Luca Guadagnino, candidato a ben quattro premi Oscar: Miglior Film, Miglior Attore Protagonista, Miglior Sceneggiatura non originale e Miglior Canzone.
Il film infatti è stato girato per la maggior parte tra Crema, Moscazzano, Pandino e la campagna cremasca, ricreando l’atmosfera degli anni ‘80, per la precisione del 1983, epoca in cui svolge la trama della pellicola. Tutto ruota attorno ad Elio, diciassettenne, musicista, più colto e sensibile dei suo coetanei, che trascorre le vacanze estive nella villa di famiglia. Il padre, professore universitario, ospita ogni anno uno studente straniero per lavorare alla sua tesi post – dottorato. Ed è proprio l’arrivo di Oliver, ventiquattrenne americano, a sconvolgere la vita di Elio, che se ne innamora perdutamente. Tra i due nasce un desiderio travolgente e irrefrenabile attraverso lunghe passeggiate, nuotate e discussioni.
Il regista Guadagnino, palermitano di nascita, non ha scelto a caso come location della sua pellicola Crema, in quanto da tempo ha casa proprio in città.
Call me by your name è tratto dal romanzo di André Aciman, che compare anche in veste di attore in una piccola parte, mentre la sceneggiatura è stata scritta da James Ivory.
Una proiezione speciale avverrà lunedì 29 gennaio a Crema, a cui parteciperà lo stesso Guadagnino e forse, a sorpresa per tutti i cremaschi, anche gli attori principali.