Alta Badia
Val Badia – La Valle/Wengen: località Tolpei, chiesa di Santa Barbara XV sec. – Ph Mario Verin

Le montagne, da sempre, innalzano lo spirito e chi cammina in quota, ammirando il panorama intorno a sé, inevitabilmente inizia a pensare in grande. Lo sanno bene in Alta Badia, dove a La Val esiste dal 2006 un particolare sentiero spirituale, battezzato Memento vivere, ideato da Alfred Tavella.  Giocando sul duro monito latino che ci ricorda che dobbiamo morire, il sentiero altoatesino invita tutti a vivere con pienezza e gioia. È adatto anche ai bambini perché si compie facilmente in meno di un ‘ora. Parte dal centro del paese e, con le sue cinque stazioni, rappresenta l’andamento della vita: la nascita, l’infanzia, la giovinezza, l’età adulta e l’anzianità. Il grande dono della vita è esaltato, in ogni tappa, da passi dei testi della Bibbia o di grandi autori riportati su caratteristiche installazioni.

Alta Badia
La Val – Ph. Mario Verin

Passando tra boschi e prati, il sentiero arriva proprio davanti alla chiesa di Santa Barbara, posta su un dosso panoramico, poco sopra il paese La Val, sulla vecchia strada che conduceva a San Vigilio di Marebbe, attraverso il giogo Rit. Antichi documenti testimoniano che l’edificio è stato costruito nel 1491 e consacrato, in particolare, in onore dei santi Floriano e Barbara.

Alta Badia
La Val – Ph. Mario Verin

Santa Barbara è la patrona dei minatori e probabilmente proprio i minatori della Val Parola hanno contribuito alla costruzione della chiesa, per implorare l’aiuto della loro protettrice. Di consistente valore storico e di grande pathos emotivo l’affresco sulla parete esterna, che rappresenta una commovente Crocifissione con Maria e San Giovanni. Mentre l’interno, mirabilmente dipinto, riporta scritte ed elementi di indubbio fascino, frutto della storia secolare di una terra che è da sempre luogo di incontro tra i popoli.

Alta Badia
La Val – Ph. Mario Verin
Danilo Poggio

Danilo Poggio

Collabora con fitta frequenza per le pagine sociali, economiche e culturali del quotidiano nazionale Avvenire ed è membro del Comitato scientifico del Master in Comunicazioni sociali della Facoltà teologica dell'Italia Settentrionale, sede di Torino. Nell'ambito dei viaggi, è conduttore di una trasmissione televisiva e collabora con mensili cartacei di enogastronomia a diffusione nazionale, dopo aver vinto alcuni riconoscimenti di giornalismo del settore. E' membro dell'Organizzazione nazionale assaggiatori di vino (Onav) e partecipa alle commissioni di degustazione in occasione di concorsi enologici. In Piemonte è coordinatore a Torino dell'informazione per Grp televisione (storica emittente televisiva piemontese) e per tre settimanali piemontesi.
Danilo Poggio

Latest posts by Danilo Poggio (see all)

Danilo Poggio
Collabora con fitta frequenza per le pagine sociali, economiche e culturali del quotidiano nazionale Avvenire ed è membro del Comitato scientifico del Master in Comunicazioni sociali della Facoltà teologica dell'Italia Settentrionale, sede di Torino. Nell'ambito dei viaggi, è conduttore di una trasmissione televisiva e collabora con mensili cartacei di enogastronomia a diffusione nazionale, dopo aver vinto alcuni riconoscimenti di giornalismo del settore. E' membro dell'Organizzazione nazionale assaggiatori di vino (Onav) e partecipa alle commissioni di degustazione in occasione di concorsi enologici. In Piemonte è coordinatore a Torino dell'informazione per Grp televisione (storica emittente televisiva piemontese) e per tre settimanali piemontesi.
Vai alla barra degli strumenti