La storica Libreria Bocca a Milano, il 23 dicembre alle ore 16 presenta il Giro del mondo in 80 Paesi (Polaris Editore), ultimo libro di Pietro Tarallo, presidente Neos.

È l’occasione per scoprire questo storico negozio in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano che ha tutti gli elementi per richiedere più di una visita fugace. Se volete l’ultimo best seller di fantascienza o avete pochi minuti per acquistare un volume importante da regalare a un amico, non fa per voi.

Un passato illustre. La Libreria Bocca nasce a Torino come stamperia di Casa Savoia nel 1700, quindi diventa casa editrice (per prima pubblica autori come Nietzsche, Kierkegaard, Pellico e Lombroso) e anche libreria con sedi a Firenze, Parigi, Roma dove dal 1870 resiste fino al 1990. A Milano apre nel 1930. Proprio in quello spazio e con quella vetrina affacciata sulla Galleria.  Dopo vari passaggi di proprietà, dai Bocca ai Dumolard, ai Calabi, ai Mauri, dal 1978 è in mano alla famiglia Lodetti, prima al padre Giacomo ora ai figli Giorgio e Monica.

Propone soprattutto libri d’arte, in prevalenza illustrati, e monografici. Qui si può trovare dal catalogo della mostra di un artista del momento alla monografia di Antonello da Messina. Ma quel che è interessante, nonostante la vetrina, l’insegna con la data 1775, l’aspetto rispettoso delle tradizioni, l’apertura al moderno e al contemporaneo è in primo piano. Si avverte, non solo guardando i titoli sugli scaffali, ma con un’occhiata alle poltrone, riedizione di modelli anni Cinquanta, piuttosto che al pavimento. Che è fatto di piastrelle quadrate di circa 40 cm. di lato, realizzate ognuna da un diverso artista degli ultimi quaranta anni.

Una specie di mostra permanente che rende ancora più piacevole la frequentazione del luogo, da tempo sede di eventi, ultimamente on line con dirette quotidiane, a distanza o in presenza, trasmesse sui più importanti social (#socialTVLbocca).Non solo presentazioni di libri ma un vero e proprio festival delle arti, siamo arrivati a 400 incontri” racconta Giorgio responsabile della comunicazione e ideatore del progetto, mentre la sorella Monica tiene i contatti con editori e clienti.  Con un ritmo anche di sette appuntamenti al giorno. Recentemente c’è stato il battesimo di Bottega Milano, corposo e interessante volume che racconta le 41 botteghe storiche della città tra cui, naturalmente, anche la Libreria Bocca.

Luisa Espanet

Luisa Espanet

Giornalista per 11 anni a Vogue e per uno caporedattore di un settimanale popolare per teenager (giusto per le pari opportunità). Da freelance ha collaborato per varie testate, Madame Figaro e Marie Claire Corea compresi, Washington Post e Asahi Shimbun esclusi. Ha un blog: L’Espa.net. Ha pubblicato un libro sulle valigie.
Luisa Espanet

Latest posts by Luisa Espanet (see all)