Andrà tutto bene: una frase che si è sentita spesso durante il lockdown. Nel caso di Portofino e dell’iniziativa dell’Hotel Splendido è diventata un vero e proprio messaggio di positività, il titolo di un progetto. In una conferenza stampa nel Secret Garden, una delle fasce con vista, dell’ineguagliabile giardino dell’albergo, si è tenuta una tavola rotonda sull’evoluzione del turismo esperenziale e culturale in seguito alla pandemia. Preceduto da un piacevole aperitivo con il Gin Portofino mix di 21 essenze del parco, creato da tre giovani imprenditori. Cinque i relatori Robert Koren Senior Vice President Emea Belmond, il gruppo di cui fa parte lo Splendido, Matteo Viacava sindaco di Portofino, Jack Savoretti cantautore inglese di origini italiane, Antonio Uccelli, direttore scientifico dell’Ospedale S.Martino di Genova e Ermes De Megni, direttore dello Splendido. A moderare Dario Maltese giornalista conduttore del TG5. Primo a prendere la parola Koren che ha raccontato della ferma convinzione che hanno avuto di riaprire l’hotel a giugno. Nel rispetto delle norme sanitarie, come testimoniano i diffusori di disinfettanti dappertutto, i cartelli con il consiglio di indossare la mascherina e il termometro all’ingresso. “Senza trasformare l’hotel in una clinica” ha aggiunto. E così hanno potuto avere il tutto esaurito. Prevalenti gli italiani, ma anche stranieri, tedeschi e francesi soprattutto. Molti degli ospiti abituali erano stati invitati con lettere scritte a mano dallo stesso Vice President. Una formula che ha funzionato tanto che in molti hanno già prenotato per il prossimo anno. De Segni ha parlato di un ritorno delle famiglie, che mancava da tempo. Ancora chiuso invece lo Splendido Mare , la succursale sulla Piazzetta, la cui apertura è prevista per metà aprile, con varie modifiche e un nuovo direttore, Michela Nicosia, brillante giovane donna, con una lunga esperienza nel gruppo. A rendere il soggiorno sempre più piacevole svariate le iniziative tra le quali One night in Portofino il concerto di venerdì 4 settembre di Jack Savoretti,. Frequentatore di Portofino fin da piccolo, come ha ricordato il sindaco, ha creato una canzone per l’evento non a caso dal titolo Andrà tutto bene. “Spero di non commuovermi “ ha commentato. Duecento e blindati gli spettatori , non come i tremila del suo ultimo concerto, ma tutti i locali aperti e illuminati e l’evento trasmesso in streaming. L’intero incasso della serata è stato generosamente devoluto da Savoretti all’Ospedale S.Martino. Non solo per curare i malati di Covid ma per nuove attrezzature, come ha precisato Uccelli.

Luisa Espanet

Luisa Espanet

Giornalista per 11 anni a Vogue e per uno caporedattore di un settimanale popolare per teenager (giusto per le pari opportunità). Da freelance ha collaborato per varie testate, Madame Figaro e Marie Claire Corea compresi, Washington Post e Asahi Shimbun esclusi. Ha un blog: L’Espa.net. Ha pubblicato un libro sulle valigie.
Luisa Espanet

Latest posts by Luisa Espanet (see all)

Luisa Espanet
Giornalista per 11 anni a Vogue e per uno caporedattore di un settimanale popolare per teenager (giusto per le pari opportunità). Da freelance ha collaborato per varie testate, Madame Figaro e Marie Claire Corea compresi, Washington Post e Asahi Shimbun esclusi. Ha un blog: L’Espa.net. Ha pubblicato un libro sulle valigie.
Vai alla barra degli strumenti