Share Button

Era uno dei riti delle vacanze. La scelta delle cartoline da spedire agli amici rimasti a casa. Ma in epoca di fotocamere digitali e cellulari, i rettangoli di cartone dal classico formato “cartolina” non intasano più le caselle postali cittadine. Da almeno un decennio, con l’avvento della fotografia digitale e con l’affermarsi dei nuovi device, anche le classiche stampe fotografiche sono state relegate in soffitta. Oggi la condivisione dei viaggi è on time, grazie alle app che permettono di condividere all’istante foto e filmati.Ma se si vuole riportare a casa delle immagini di qualità, che possono essere anche stampate, la regina dei device rimane la macchina fotografica. Oggi la scelta di modelli, se da un lato si è ridotta, dall’altro offre tantissime possibilità. Sono praticamente scomparse le “compatte”, cioè le macchine fotografiche preferite dalle famiglie per la semplicità d’uso, il costo contenuto e la certezza dei risultati. Questo segmento è stato “eroso” dai cellulari, che attualmente offrono dei modelli con fotocamera di ottimo livello. Alcuni modelli sono equipaggiati da ottiche di “nome” che garantiscono qualità superiore. Preferiti dai viaggiatori che chiedono qualcosa in più con dimensioni ridotte, le mirrorless sono diventate in poco tenpo regine del mercato. Grandi poco più di una compatta, hanno la possibilità di cambiare le ottiche, di dare degli ottimi files fotografici e superbi filmati. Si chiamano mirrorless (senza specchio) perché a differenza delle reflex, non hanno uno specchio per la visione di quello che vede l’obiettivo. Questo consente di realizzare apparecchi dalle dimensioni contenute, ma dal grande cuore elettronico. Disponibili formato raw, cioè “grezzo” utile per la post produzione, e quasi tutte le opzioni utili per una ripresa di qualità superiore. Se proprio si vogliono trovare dei difetti, il prezzo rilevante e la difficoltà d’uso per chi ha mani grandi. Altro settore in grande ascesa, è quello delle action cam, le piccole videocamere da applicare al berretto, o da fissare sul parabrezza dell’auto. Nate per documentare gli sport estremi con filmati mozzafiato, offrono anche la possibilità di scattare foto con focali supergrandangolari, e soprattutto di poter essere usata sott’acqua. Il costo contenuto e le notevoli capacità di ripresa, le sta facendo preferire dai tanti viaggiatori. Leggermente offuscate, le regine della fotografia, le reflex, che prendono i nome da uno specchio che permette di vedere effettivamente la scena inquadrata attraverso l’obiettivo. Oggi i modelli disponibili sono veramente tanti, con performance impensabili solo qualche anno fa. Gli ultimi modelli offrono addirittura il gps per registrare la posizione, la condivisibilità wifi e la possibilità di registrare i volti presenti in una scena inquadrata. Un’altra grande possibilità è data dalle lenti intercambiabili, che unite a quelle “universali” permettono un grande parco ottiche. I difetti di questa categoria, sono il peso che diventa importante, il prezzo che in alcuni casi raggiunge cifre considerevoli e la veloce obsolescenza. Da preferire le entry level, le macchine di “accesso” alla gamma, meno costose e spesso anche meno pesanti, lasciando ai professionisti i modelli al top.